Comune di
Villanova di Camposampiero
Portale Istituzionale

ELEZIONI EUROPEE - 8 E 9 GIUGNO 2024

Pubblicata il 08/06/2024

[Notizia in aggiornamento]
 
 


 


Informazioni relative alle ELEZIONI EUROPEE dei giorni 8 e 9 giugno 2024.



COSA SI VOTA
Si vota per l’elezione dei 76 membri del Parlamento Europeo spettanti all’Italia.

QUANDO SI VOTA
In Italia si vota sabato 8 giugno dalle ore 15 alle ore 23 e domenica 9 giugno dalle ore 07.00 alle ore 23.00.
Le operazioni di scrutinio delle schede inizieranno subito dopo la chiusura della votazione.

DOVE SI VOTA
Si vota nella sezione indicata sulla tessera elettorale.
Il territorio del Comune di Villanova di Camposampiero è ripartito in 5 sezioni elettorali ubicate nei seguenti edifici e tutte prive di barriere architettoniche:
- Sezione 1 - SCUOLA PRIMARIA – CAPOLUOGO – VIA GIOVANNI XXIII N.3
- Sezione 2 - SCUOLA PRIMARIA – CAPOLUOGO – VIA GIOVANNI XXIII N. 3
- Sezione 3 - SCUOLA PRIMARIA – FRAZ. MURELLE – VIA CORNARA N. 106/A
- Sezione 4 - SCUOLA PRIMARIA – FRAZ. MURELLE – VIA CORNARA N. 106/A
- Sezione 5 - CENTRO CULTURALE TOMASONI – FRAZ. MUSSOLINI – VIA MUSSOLINI N.13

CHI PUÒ VOTARE
Possono votare:
- tutti i cittadini italiani residenti in Italia che abbiano compiuto 18 anni entro il giorno fissato per le elezioni (= entro il 9 giugno 2024), iscritti nelle liste elettorali del Comune di residenza, muniti della tessera elettorale rilasciata dal medesimo Comune e di un documento di riconoscimento in corso di validità.
- i cittadini italiani residenti all'estero o temporaneamente residenti all'estero secondo diverse possibilità.
- i cittadini comunitari residenti in Italia che abbiano presentato domanda di iscrizione nelle apposite liste aggiunte, muniti di apposita tessera elettorale e documento di riconoscimento in corso di validità.

COME SI VOTA
L’elettore ha diritto di manifestare il voto di lista tracciando con la matita copiativa un segno sul contrassegno corrispondente alla lista prescelta o nel rettangolo che lo contiene (art.58, secondo comma del T.U. n. 361/57).
L’elettore può altresì esprimere voti di preferenza, fino ad un massimo di tre. Nel caso di più preferenze espresse, queste devono riguardare candidati di sesso diverso, pena l’annullamento della seconda e della terza preferenza (art.14, primo comma, della legge n.18/79), ad esempio:

2 preferenze: un uomo e una donna, o viceversa;
3 preferenze: due donne ed un uomo, o viceversa.

La preferenza deve essere manifestata esclusivamente per candidati compresi nella lista votata.
Il voto di preferenza si esprime scrivendo, con la matita copiativa, nelle apposite righe tracciate a fianco del contrassegno della lista votata, il nome e il cognome o solo il cognome dei candidati preferiti, compresi nella lista medesima. In caso di identità di cognome fra i candidati deve scriversi sempre il nome ed il cognome e, se occorre, la data e il luogo di nascita. Qualora il candidato abbia due cognomi, l’elettore, nel dare la preferenza, può scriverne uno solo. L’indicazione deve contenere entrambi i cognomi quando vi sia possibilità di confusione tra i candidati.
L’elettore, dopo aver votato, deve aver cura di piegare la scheda all’interno della cabina elettorale e deve restituirla, debitamente piegata, al presidente di seggio (art.58, secondo e terzo comma, del T.U. n. 361/57).
Per poter esercitare il diritto di voto bisogna recarsi alla sezione elettorale in cui si è iscritti con la tessera elettorale e un documento di riconoscimento. Per alcuni elettori che si trovano in condizioni particolari si rimanda a nota a parte.


APERTURA STRAORDINARIA DELL’UFFICIO ELETTORALE PER IL RILASCIO DEI CERTIFICATI DI ISCRIZIONE NELLE LISTE ELETTORALI E PER GLI ALTRI ADEMPIMENTI CONNESSI ALLA PRESENTAZIONE DELLE LISTE DI CANDIDATI PER LE ELEZIONI EUROPEE
- sabato 27 aprile 2024 dalle ore 8:00 alle ore 12:00
- domenica 28 aprile 2024 dalle ore 8:00 alle ore 12:00
- lunedì 29 aprile 2024 dalle ore 8:00 alle ore 16:00
- martedì 30 aprile 2024 dalle ore 8:00 alle ore 20:00
- mercoledì 1 maggio 2024 dalle ore 8:00 alle ore 20:00


APERTURA STRAORDINARIA DELL’UFFICIO ELETTORALE PER LA CONSEGNA E PER IL RILASCIO DEL DUPLICATO DELLE TESSERE ELETTORALI
Per il ritiro della nuova tessera elettorale e rilascio del duplicato, l'ufficio elettorale è aperto nei seguenti orari:
- venerdì 7 giugno 2024 dalle ore 09.00 alle ore 18.00
- sabato 8 giugno 2024 dalle ore 09.00 alle ore 23.00
- domenica 9 giugno 2024 dalle ore 07.00 alle ore 23.00

Si invita a verificare per tempo la disponibilità degli spazi destinati alla certificazione del voto sulla propria tessera elettorale, evitando, per quanto possibile, le fasce orarie immediatamente antecedenti la chiusura della votazione al fine di non incontrare sovraffollamento, disguidi o ritardi nelle operazioni dei seggi.
La tessera elettorale è gratuita e può essere consegnata anche ad un familiare o una terza persona munita di delega, alla quale va allegata copia del documento di identità del titolare della tessera. In allegato alla notizia è disponibile il modulo per richiedere una nuova tessera nel caso in cui la stessa sia stata smarrita, rubata, esaurita.
Per i nuovi residenti è necessario consegnare la tessera elettorale del Comune di precedente residenza e allo stesso tempo verrà consegnata la nuova tessera elettorale.  



CASI PARTICOLARI

Servizio di trasporto ai seggi per elettori con difficoltà' di deambulazione
Gli elettori con difficoltà di deambulazione e privi di mezzi di trasporto per recarsi a votare al proprio seggio, potranno usufruire, previa prenotazione, di un servizio speciale di trasporto telefonando possibilmente entro venerdì 7 giugno 2024, ai numeri 049 9222104 - 049 9222112. Il trasporto verrà effettuato con veicolo attrezzato anche per le sedie a rotelle, grazie alla disponibilità degli autisti dell'associazione di volontariato.

VOTO ASSISTITO
Possono essere accompagnati all'interno della cabina elettorale solo gli elettori diversamente abili che siano fisicamente impediti nell'espressione autonoma del voto, e cioè i non vedenti, gli amputati delle mani e gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità che impedisce loro la possibilità di votare autonomamente.
Sono ammessi all'espressione del voto con l'assistenza di un altro elettore coloro che, presentando apposita certificazione sanitaria, abbiano ottenuto, da parte del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, l'inserimento sulla propria tessera elettorale dell'annotazione del diritto al voto assistito mediante apposizione dell'apposito codice (AVD).
Sono ammessi a votare con un accompagnatore anche gli elettori il cui impedimento fisico nell'espressione autonoma del voto sia evidente.
Quando manchi il suddetto simbolo o codice sulla tessera elettorale o quando l'impedimento fisico non sia evidente, il diritto al voto assistito può essere dimostrato con un certificato medico - redatto da un funzionario medico designato dai competenti organi dell'Azienda sanitaria locale - nel quale sia espressamente attestato che l'infermità fisica impedisce all'elettore di esprimere il voto senza l'aiuto di un altro elettore.
L'ammissione al voto assistito non è quindi consentita per infermità che non influiscono sulla capacità visiva oppure sul movimento degli arti superiori, ivi comprese le infermità che riguardano esclusivamente la sfera psichica dell'elettore.
Gli handicap di natura psichica hanno infatti rilevanza ai fini del diritto al voto assistito solo quando la relativa condizione patologica comporti anche una menomazione fisica che incida sulla capacità di esercitare materialmente il diritto di voto. Si precisa che nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido.

VOTO DOMICILIARE
Gli elettori in dipendenza vitale da apparecchiature elettromedicali o affetti da gravissima infermità tale che l'allontanamento dall'abitazione risulti impossibile anche con il trasporto in ambulanza, possono chiedere di votare al proprio domicilio.
Per poter votare a domicilio una persona delegata dall'elettore deve produrre, all'Ufficio elettorale, in un periodo compreso fra il quarantesimo (= 30 aprile 2024) e il ventesimo giorno (= 20 maggio 2024) antecedente la votazione:
• richiesta di voto domiciliare;
• una certificazione rilasciata dal medico competente dell’Asl (ovvero il medico del Distretto Socio-Sanitario dove l’elettore è domiciliato) che attesti le gravissime infermità;
• fotocopia del documento di identità e della tessera elettorale dell'elettore.
Alla presente notizia viene allegato l'avviso dell'Azienda ULSS 6 con i contatti e le sedi deputate al rilascio dei certificati. 
L’ufficio elettorale consegnerà poi tutta la documentazione al Presidente di seggio della sezione in cui si trova l’abitazione dell’elettore, affinché lo stesso possa recarvisi per raccogliere il voto.

VOTO IN OSPEDALE, CASA DI CURA, ETC.
L'elettore che sia ricoverato in un ospedale o casa di cura è ammesso a votare nel luogo di ricovero. A tal fine deve presentare al Sindaco un'apposita dichiarazione recante la volontà di esprimere il voto nel luogo di cura e l'attestazione del direttore sanitario dello stesso luogo di cura comprovante il ricovero.
La dichiarazione, da inoltrare per il tramite del direttore amministrativo o del segretario dell'istituto di cura, deve pervenire al suddetto Comune non oltre il terzo giorno antecedente la votazione, e cioè non oltre il 6 giugno 2024.
Il giorno delle elezioni l'elettore dovrà essere munito di tessera elettorale e documento di riconoscimento in corso di validità.



PROPAGANDA ELETTORALE
La propaganda elettorale è il mezzo tramite il quale un candidato, un partito o una lista rende noto ai cittadini il proprio programma, le proprie attività o le proprie proposte.
L'art. 1, comma 400, lett. h) della legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014) ha abrogato la propaganda indiretta, ovvero quella fatta da comitati, associazioni o gruppi di elettori (cosiddetti "fiancheggiatori") che sostengono i candidati o i partiti che partecipano direttamente alla consultazione elettorale.
Per consentire alle liste di candidati ammesse alle consultazioni di affiggere i propri manifesti di propaganda in spazi a ciò destinati,  la Giunta comunale, con deliberazione n. 31 del 09/05/2024, ha individuato all'interno del territorio del Comune di Villanova di Camposampiero n. 3 spazi dove installare i tabelloni su cui affiggere manifesti per la campagna elettorale delle prossime elezioni europee, così come segue:
1) Villanova (capoluogo): in via Caltana, all'incrocio con la via G. Puccini, di fronte alle Scuole Medie;
2) Murelle (frazione): nel parcheggio di via A. Mantegna;
3) Mussolini (frazione): nel parcheggio di via Mussolini all'incrocio con via G. Pascoli.
Inoltre con deliberazione n. 32 del 09/05/2024 della Giunta comunale, sono stati assegnati gli spazi per la propaganda alle liste che partecipano alla competizione elettorale, sulla base del sorteggio effettuato dall'Ufficio elettorale circoscrizionale presso la Corte d'Appello di Venezia.
Lo spazio spettante ad ogni lista è di mt 1 di base per mt 2 di altezza ed è stato assegnato ad ogni lista, secondo l'ordine del sorteggio di cui sopra.

Rimozione manifesti abusivi
E' vietata l'affissione dei manifesti sia al di fuori degli appositi spazi sia negli spazi assegnati alle liste concorrenti. E' vietato lo scambio di spazi tra liste o partiti.
Ogni violazione degli spazi assegnati può essere segnalata all'ufficio elettorale, che provvede a richiederne la rimozione nel più breve tempo possibile.
La richiesta di rimozione dei manifesti abusivi può essere trasmessa:
- via posta elettronica all'indirizzo protocollo@comune.villanova.pd.it;
- via PEC all'indirizzo comune.villanovadicamposampiero@pecveneto.it



CONTATTI
Comune di Villanova di Camposampiero, Ufficio Elettorale
Piazza Mariutto nr. 20 – Piano Terra
Tel. 049 9222112 – Fax 049 9222105 – email: protocollo@comune.villanova.pd.it




 


Allegati

Nome Dimensione
Allegato mod domanda rilascio tessera CON DELEGA.pdf 61.45 KB
Allegato voto domiciliare.pdf 345.88 KB
Allegato RILASCIO CERTIFICATI MEDICI.pdf 160.71 KB

Categorie EVIDENZA | NEWS

Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto